Stefano Amato. Dieci anni

La band di allora si chiamava, banalmente, The pinheads. Io suonavo la chitarra e cantavo. Il concerto cominciò tardissimo perché il locale confinava con le quinte del teatro comunale, e dovevamo aspettare che finisse di esibirsi un coro russo.

Il resto, se volete, potete leggerlo sul blog di Stefano Amato, il sig. Renault 4.

Questa voce è stata pubblicata in I nostri libri e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.