Il prete che amava Alì

Ayelet Pianaro – Il prete che amava Alì

Collana Parva res / i Romanzi Nulla die

ISBN: 978-88-6915-038-8

Prima edizione marzo 2016

€ 13, 50      pagine 152

Quarta

«Maledetta fabbrica di crociati» sbraitò il ragazzo varcando il Seminario.

«Sono Alì. Apri!» disse prepotente davanti alla stanza di Don Giacomo.

Il sacerdote si disse che, soltanto poche ore prima, avevano avuto una discussione furibonda e già quell’arrogante aveva la faccia tosta di rifarsi vivo.

Alla fine del colloquio, Alì sputò in strada. Gliel’avrebbe fatta pagare a quel crociato erudito che lo faceva imbestialire citando autori islamici.

Don Giacomo si addormentò esausto senza togliersi la talare, ma anche in sogno il Maligno Persuasore trasmetteva sofisticati input fuorvianti fatti di pulsioni erotiche verso quel ragazzo. Si svegliò di soprassalto, il pene turgido che ardeva di desiderio per Alì. Si tolse il collarino bianco simbolo di purezza e di obbedienza alla Chiesa e si sentì impazzire; sbatté la testa contro le spranghe di ferro del letto e chiamò aiuto.

Ayelet Pianaro, trentacinquenne italiana, soggiorna spesso negli USA, in Israele e nel Paese di sua madre, la Tailandia.

Ha in preparazione due romanzi: in comune con Il prete che amava Alì temi come l’identità di genere, le culture suburbane e lo scontro culturale fra etnie e religioni diverse.

Ordina senza spese su nulladie.com o rivolgiti alla tua libreria preferita. Nulla die è distribuita in tutta Italia e in Canton Ticino.

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in I nostri autori, I nostri libri e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...